Brutta chiusura per la Borsa di Tokyo : incidono le vendite su semiconduttori

Nella Borsa di Tokyo si continuano a registrare brutti risultati negativi. La prima seduta settimanale si è situata già su terreno negativo. E’ proprio la grande paura , correlata alla crisi finanziaria europea ad incidere negativamente sulle borse. Intanto gli occhi sono puntati sul voto di questa settimana, che sarà dato dal Parlamento greco, sul nuovo piano di austerità che interesserà tutta la Grecia. Il Nikkei ha perso, in chiusura, l’1,04% a 9.578,31 punti, e l’indice Topix lo 0,91% a 825,64 punti. Mattia Ciancaleoni , di Citigroup , ha commentato tali fatti sostenendo che , purtroppo, la questione greca pone serie limiti ai mercati e alla crescita dei tassi di interesse nei mercati emergenti. Ciancaleoni ha dichiarato, poi , che tale clima ha determinato una forte sfiducia negli operatori. Le vendite sul comparto semiconduttori, poi, non incidono in modo positivo, vista la flessione di venerdì a Wall Street di Oracle, che è il terzo leader mondiale del settore, in seguito ai risultati pessimi in confronto alle attese. Tokyo Electron ha perso in chiusura lo 0,9%, Advantest il 2%. C’è stato, invece, un lieve miglioramento per i titoli bancari, dopo un avvio caratterizzato dal segno negativo. Bene Sumitomo Mitsui Financial Group , che ha chiuso con un rialzo dello 0,2%.

Comments

comments

Leave a Reply