Dove va il mercato delle assicurazioni

 

I dati relativi alla raccolta mondiale dei premi, per l’anno 2011, evidenziano un calo pari allo 0.8% rispetto al 2010. Le motivazioni di questa contrazione sono da ricondurre al crollo dei mercati delle assicurazioni dell’Europa occidentale; qui infatti, rispetto al 2010 si è registrato una diminuzione pari al 9.8%. A ridursi è stato, in particolare, il ramo vita che invece nel corso del 2010 era aumentato del 3.2%. Fra le nazioni dove si segnala una diminuzione maggiore della raccolta premi vi è la Germania, l’Italia ed il Portogallo; in calo anche l’India e la Cina mentre l’America latina registra un aumento del 9.5% e gli Stati Uniti del 2.9%. L’analisi ha riguardato anche il settore delle assicurazioni relatico al comparto danni che, per il 2011, ha evidenziato una crescita del 1.9%; l’incremento però è meno sentito nei Paesi europei dove si fanno i conti con la recessione economica.
L’aumento è invece più importante nell’America latina dove il settore più favorito è quello danni. Nel settore delle assicurazioni evidenzia un calo delle coperture soprattutto a partire dalla seconda parte del 2011.
Le compagnie di assicurazione si trovano a dover fronteggiare una situazione molto particolare perché, in ambito internazionale si assiste ad una crescita di alcuni Paesi e alla stagnazione di altri. In particolare, per l’Europa occidentale si presume che la crisi economica durerà per tutto il 2013. La raccolta premi relativa al 2012 per i primi quindi Paesi dell’Unione Europea ha evidenziato un incremento pari all’1.4% rispetto all’anno precedente. Si tratta di un dato in controtendenza, soprattutto se confrontato con il 2010 quando si era arrivati ad un decremento pari al 3.2%.
La crescita del volume dei premi delle assicurazioni è stata registrata in alcuni Paesi, fra i quali vi sono il Regno Unito, con un + 15.2%, la Finlandia con un + 9.9% e la Germania con un + 4.2%. Invece, il calo riguarda, oltre l’Olanda con un -5.7% anche l’Italia con un -4.6%. Per quanto riguarda le assicurazioni del ramo vita, il 2012 ha registrato una crescita del 1.3% rispetto al 2011; i Paesi nei quali l’incremento è stato maggiore sono stati la Finlandia, con un +25.1%, il Regno Unito, con un +17.85 e la Germania con un +5%.
In crescita anche il settore delle assicurazioni danni che hanno avuto un incremento dell’1.4% rispetto al 2011. Questa situazione ha riguardato il Regno Unito con il +9.0%, la Spagna con il +4.4% , la Francia con il 3.8% seguita poi dal Belgio e dalla Germania.
Inoltre, per quanto concerne il rapporto esistente fra il PIL ed il volume dei premi bisogna sottolineare che esistono delle discrepanze fra i vari settori, come fra il ramo vita e quello danni. Analizzando quello vita, si segnala un decremento in Francia dove si è passati dal 7.4% del 2010 al 5.6% del 2012; nel nostro Paese si è passati dal 5.8% al 4.5%. Crolla anche la Spagna mentre cresce la Germania dove si passa dal -3.2% del 2011 al 3.3% del 2012.
Per quanto riguarda il rapporto fra le riserve matematiche dell’Italia ed il PIL, il 2012 è stato un anno di crescita infatti, si è passati dal 26.2% del 2011 al 27.0%. Questo dato è superiore rispetto a quello ottenuto dalla Spagna ma è certamente inferiore a quello di altri Paesi europei. Infatti, l’Olanda cresce passando dal 48.0% del 2011 al 50.9% del 2012 così come il Regno Unito che arriva a 92.0%.

Comments

comments

Leave a Reply