Author Archives: admin

Ancora in crescita il fatturato degli e-commerce in Italia

Il nuovo millennio si sta ormai caratterizzando per il continuo incremento delle vendite online e quindi del fatturato e-commerce. Indubbiamente, ciò è permesso soprattutto dal continuo avanzamento della tecnologia, la quale si sta infiltrando sempre più all’interno delle nostre vite, inevitabilmente.
Proprio per questo motivo, dunque, è necessario aggiornarsi e aggiornare il nostro mondo, compreso quello commerciale.
I siti e-commerce, infatti, se ben posizionati e realizzati possono rappresentare la chiave di svolta per la vendita di molte aziende. Ma cosa significa posizionare un sito?

Il posizionamento riguarda soprattutto i motori di ricerca e, per la maggior parte dei casi, Google. I siti, infatti, possono essere posizionati tra i primi risultati di ricerca all’interno dei motori appositi, mediante alcune tecniche in continua evoluzione.
Innanzitutto, per far salire il proprio sito tra i vari risultati bisogna scegliere le giuste parole chiave e, prima di ciò, è necessario individuare i destinatari dei propri prodotti.
Il contatto con i clienti, infatti, è fondamentale per l’e-commerce in quanto permette al venditore di individuare i gusti e le preferenze di determinati gruppi di clienti.

In seguito a quest’attenta analisi di mercato di riferimento, si potrà passare alla pubblicizzazione del prodotto, possibile solo grazie ad un ottimo feedback da parte dei clienti e quindi solo grazie ad un ottimo rapporto tra azienda e clientela.

In un primo momento potrebbe sembrare difficile, ma in realtà basta essere molto attivi sui social network e quindi farsi notare, poi il web farà da sè passando la parola.

A dire la verità non è tutto così semplice.

Innanzitutto bisogna realizzare un sito ecommerce nel migliore dei modi facendo molta attenzione alla UX del sito stesso e affiancando un piano di web marketing molto ben strutturato.

Destinare un bugdet cospicuo per la diffusione e pubblicizzazione del Brand tramite annunci di vario tipo Pay Per Click e banner pubblicitari (va bene il passaparola, ma acceleriamo di molto i tempi…).

Queste tecniche, con il passare del tempo, miglioreranno le vendite online e faranno da vetrina all’azienda stessa.

Quali sono le regole fondamentali del trading on line demo?

Innanzitutto occorre sfruttare con maggior perspicacia le analisi finanziarie. A tal proposito sul conto demo possiamo imparare a capire come sono strutturate le diverse tipologie di analisi che in pratica prendono in considerazione tutti gli elementi decisivi nel definire l’andamento del prezzo di un bene sui mercati. L’obiettivo di queste analisi è quello di ricavare dei dati utili che servono a fornire delle previsioni attendibili sull’andamento dei mercati. Su un conto demo impariamo ad impostare un trade con l’analisi fondamentale e poi verifichiamo se ha avuto successo. In questo modo possiamo anticipare le tendenze del mercato o per lo meno in capire in che modo un trend spicca rispetto ad altri. 

 

Successivamente cerchiamo di comprendere nella loro interezza i segreti dell’analisi tecnica. Così facendo aumenteremo le probabilità di successo nei nostri investimenti. In questo caso non bisogna lasciarsi condizionare dalla parte tecnica, per quanto sia fondamentale, laddove tutti possono accedervi dato che gli strumenti di assimilazione sono estremamente semplici. Una volta compresi i meccanismi interni scopriremo che con l’analisi tecnica possiamo fare previsioni molto precise che ci consentiranno di individuare il momento più adatto per entrare sul mercato e investire il nostro capitale. Si, è vero per poter fare queste previsioni nel migliore dei modi bisogna conoscere nel dettaglio almeno una ventina di indicatori tecnici differenti, ma non è detto che non potete impararli nel migliore dei modi e infine utilizzarli a piacimento per la vostra analisi tecnica. Infatti quello che maggiormente ci convince del conto demo è il fatto stesso di poter avere la possibilità di fare pratica con questi indicatori tecnici la cui conoscenza e il relativo studio ci consentono di utilizzare con maggior consapevolezza. Conseguenza? Sicuramente questa conoscenza ci porterà enormi benefici e ci consentirà di passare da principiante a professionista in un nano secondo.  

 

Infine una delle regole che ci sta particolarmente a cuore per poter utilizzare il trading on line demo nel migliore dei modi riguarda l’aspetto psicologico che di solito si tende a sottovalutare, sbagliando. Ragion per cui durante le fasi di contrattazione bisogna imparare a controllarsi. Non è un caso che i più bravi operatori finanziari hanno avuto successo proprio perché non hanno ignorato il potere della calma sulla loro capacità di prendere sagge decisioni nelle varie e diverse situazioni di mercato. Questo aspetto di cui vi abbiamo parlato non è da sottovalutare anche in relazione ai vantaggi offerti dal conto demo, dato che quest’ultimo ci consente di comprendere anche che tipo di spirito è richiesto per questa tipologia di investimento. Subito sul campo comprendiamo che cosa significa utilizzare una piattaforma di trading con del denaro, anche se in maniera virtuale.  

 

Conclusioni

L’aspetto pratico e funzionale è essenziale per capire cosa ci aspetta ma soprattutto se possediamo quella determinata iniziativa che viene richiesta per poter operare con efficienza e rapidità in questo settore. Da questo punto di vista ve lo diciamo subito: quelli che si sentono insicuri ed incerti non faranno mai molta strada nel trading, dato che per far fruttare i propri guadagni occorre imparare a chiudere velocemente le operazioni di mercato, senza ma e senza sé, con la massima freddezza prima che queste finiscano in perdita. 

 

Fonte: guidatradingonline.net

Le recensioni su MoneyFarm

Prima di andare alla scoperta delle recensioni degli utenti di MoneyFarm è interessante provare a capire di che cosa si tratta e quali sono le sue caratteristiche più importanti. Questa società di intermediazione mobiliare mette a disposizione consulenze personalizzate e indipendenti che sono finalizzate alla fornitura di servizi finanziari online. Gli investitori che sono interessati a usufruirne non devono fare altro che compilare un questionario ad hoc, utile per definire il loro profilo di rischio, per poi avere a che fare con un portafoglio composto da vari Exchange Traded Funds. 

Questi ultimi sono tipologie di fondo che hanno lo scopo di assicurare una diversificazione degli investimenti; sono quotati in Borsa e garantiscono liquidità replicando un indice finanziario. Con il passare del tempo, i consulenti di MoneyFarm tengono sotto controllo i mercati e monitorano l’evolversi del portafoglio, in modo tale da individuare quali sono gli accorgimenti da adottare per aumentare il rendimento e per proteggere il capitale: agli investitori, così, sono suggeriti dei ribilanciamenti, che ovviamente possono essere accettati o rifiutati. 

Le opinioni su MoneyFarm tendono a specificare che quello di cui si usufruisce non è un conto deposito vero e proprio, anche se alcune delle sue peculiarità lo potrebbero ricordare. In effetti, esso può essere considerato come una valida e più affidabile alternativa rispetto ai conti deposito, con in più il vantaggio che i rendimenti possono toccare il 3% annuo, cosa che – allo stato attuale – i conti deposito non riescono a fare. Uno degli aspetti più interessanti di questo meccanismo è rappresentato dal fatto che non ci sono vincoli di alcun genere, nel senso che gli utenti hanno la possibilità di disinvestire i risparmi in qualunque momento, ogni volta che ritengono utile o necessario farlo: non ci sono penali da pagare in tal senso.

Ecco perché tra le opinioni su MoneyFarm sono in molti a mettere in evidenza il fatto che il controllo sul denaro è sempre massimo. Sia nel 2016 che nel 2017 questo servizio di consulenza finanziaria è stato decretato da una società indipendente come Reevoo il migliore nel nostro Paese; ancora più utile è scoprire che il 97% dei clienti che lo hanno provato lo consiglierebbe. Da notare, in conclusione, che gli emittenti non devono pagare alcuna provvigione sulla base degli ETF che sono stati consigliati: il guadagno di MoneyFarm, infatti, deriva solo dagli abbonamenti che vengono sottoscritti dai clienti. In altri termini, non si rischiano conflitti di interessi pericolosi. 

Nuovi ecobonus 2017

Ogni anno lo Stato con la legge finanziaria presenta ai cittadini italiani un nuovo gruppo di incentivi fiscali per incoraggiare determinati settori. Gli ecobonus 2017 in particolare sono delle agevolazioni fiscali molto valide che permettono ai consumatori che migliorano le proprie abitazioni un forte risparmio di imposte.

Ma gli ecobonus spingono anche i consumatori ad adeguare la propria casa a livello termico ed energetico. Il settore dell’edilizia, in ultima istanza, grazie ai cosiddetti ecobonus, riprende nuovo slancio. Sempre più numerosi sono infatti i consumatori che decidono di ristrutturare completamente il proprio immobile al fine di renderlo più efficiente dal punto di vista energetico e più confortevole a livello termico. Il che significa a sua volta un notevole risparmio in bolletta. I vantaggi degli ecobonus insomma si ripercuotono a catena sull’intera economia.

Solo fino a qualche anno addietro la stragrande maggioranza degli appartamenti italiani era caratterizzata da una classe energetica E o al massimo D, mentre adesso è scattata la corsa al miglioramento energetico.

 

Ma come funzionano esattamente gli ecobous 2017 ? L’azienda Gioma srl che si occupa di serramenti ad Udine è in grado di accompagnare i suoi clienti lungo il percorso burocratico che porta ad usufruire dei vantaggi dell’ultima legge di bilancio.

In primo luogo gli incentivi fiscali 2017 spettano a chi acquista beni mobili e grandi elettrodomestici o a chi ristruttura. Si tratta di una detrazione Ires\Irpef che va fino al 75% e di un sisma- bonus. In particolare i lavori per i quali è previsto l’ecobonus sono nello specifico : le riqualificazioni energetiche degli immobili, l’installazione di impianti per i riscaldamento, come le caldaie con condensazione, la sostituzione dei serramenti, gli interventi sulle strutture opache orizzontali e verticali, l’installazione di pannelli solari. Unico limite: l’ecobonus non è cumulabile con altre forme di agevolazioni fiscali. In più i pagamenti da portare in detrazione devono essere verificabili. Ossia devono essere dimostrati con copia del bonifico.  I beneficiari del provvedimento invece possono essere sia privati che interi condomini per le ristrutturazioni su parti comuni dell’edificio.