Category Archives: borse

Brutta chiusura per la Borsa di Tokyo : incidono le vendite su semiconduttori

Nella Borsa di Tokyo si continuano a registrare brutti risultati negativi. La prima seduta settimanale si è situata già su terreno negativo. E’ proprio la grande paura , correlata alla crisi finanziaria europea ad incidere negativamente sulle borse. Intanto gli occhi sono puntati sul voto di questa settimana, che sarà dato dal Parlamento greco, sul nuovo piano di austerità che interesserà tutta la Grecia. Il Nikkei ha perso, in chiusura, l’1,04% a 9.578,31 punti, e l’indice Topix lo 0,91% a 825,64 punti. Mattia Ciancaleoni , di Citigroup , ha commentato tali fatti sostenendo che , purtroppo, la questione greca pone serie limiti ai mercati e alla crescita dei tassi di interesse nei mercati emergenti. Ciancaleoni ha dichiarato, poi , che tale clima ha determinato una forte sfiducia negli operatori. Le vendite sul comparto semiconduttori, poi, non incidono in modo positivo, vista la flessione di venerdì a Wall Street di Oracle, che è il terzo leader mondiale del settore, in seguito ai risultati pessimi in confronto alle attese. Tokyo Electron ha perso in chiusura lo 0,9%, Advantest il 2%. C’è stato, invece, un lieve miglioramento per i titoli bancari, dopo un avvio caratterizzato dal segno negativo. Bene Sumitomo Mitsui Financial Group , che ha chiuso con un rialzo dello 0,2%.

Economia, impresa e credito. Banche Popolari e Confederazioni delle Pmi e dell’artigianato, insieme contro la crisi

 

Questo blog parla di economia, finanza, borse,soldi. Consulta i nostri blog dedicati a docenti scuola e immobiliare

 

 

Banche Popolari e Confederazioni delle Pmi e dell’artigianato, insieme contro la crisi. Il Presidente Malavasi alla firma del protocollo d’intesa per sostenere protocollo d’intesa per sostenere le esigenze creditizie e di assistenza finanziaria delle imprese

È stato firmato oggi a Roma, nella sede dell’Assopopolari di piazza Venezia, un protocollo d’intesa per promuovere sul territorio, tra le banche del settore e le Confederazioni dell’Artigianato e delle Pmi, accordi operativi finalizzati a sostenere le esigenze creditizie e di assistenza finanziaria delle imprese.
Il protocollo è stato sottoscritto dal Presidente di Assopopolari Carlo Fratta Pasini, dal Presidente di CNA Ivan Malavasi, dal Presidente di Confartigianato Imprese Giorgio Natalino Guerrini e dal Presidente di Casartigiani Giacomo Basso. L’accordo va ad aggiungersi all’Avviso comune, sottoscritto il 3 agosto scorso dall’ABI, dal Ministro dell’Economia e dalle Confederazioni dell’Artigianato e delle PMI, al quale le Banche Popolari hanno già aderito. In occasione della firma dell’intesa, il Presidente dell’Assopopolari e i vertici delle tre Confederazioni ne hanno sottolineato la valenza strategica, rilevando che le Banche Popolari hanno consolidato uno stretto legame con le imprese radicate sul territorio. Basti considerare che il 74% dei finanziamenti alle imprese erogati dalle banche popolari è destinato alle Pmi e che il 95 delle aziende clienti delle Banche Popolari sono piccole e medie imprese.


Nel merito l’Accordo prevede che l’Assopopolari e le tre Confederazioni artigiane promuovano:

accordi operativi volti a introdurre elementi temporanei di flessibilità nella gestione dei rimborsi rateali dei crediti verso imprese “in bonis”, impegnate in processi di ricapitalizzazione, anche tramite la sospensione parziale o totale della rata di rimborso per un periodo dai 12 ai 18 mesi;

sostegno alle esigenze di cassa delle imprese e per la rinegoziazione delle loro esposizioni a breve;

sviluppo di forme di finanziamento dei nuovi investimenti che tengano conto, nei piani di rimborso, dei prevedibili profili temporali dei flussi di cassa derivanti dagli investimenti effettuati;

forme e modalità di assistenza e consulenza finanziaria congiunta, Banche Popolari a Associazione-Confidi, finalizzate all’ottimizzazione del profilo finanziario dell’impresa;

individuazione di prassi condivise nell’approccio e nella gestione dei casi di crisi aziendali;

fornitura dei prodotti e assistenza alle Associazioni e ai Confidi del sistema FEDART FIDI da parte delle strutture specializzate del Credito Popolare, in merito a specifici profili di operatività (factoring, leasing, recupero credito, back office).

In attuazione del protocollo, la cui durata è fissata fino al 31 dicembre 2010, prorogabile di anno in anno, le Parti hanno attivato un Tavolo di coordinamento nazionale per definire le linee di azione concreta ed il monitoraggio delle stesse. Saranno, poi, a livello locale le singole Banche del sistema del Credito Popolare e le strutture territoriali di CNA, CONFARTIGIANATO e CASARTIGIANI a rendere operative le linee guida del protocollo, nel rispetto della propria autonomia.


Banca ed economia: Montepaschi tra le banche più sostenibili al mondo

Questo blog si occupa di: economia, finanza, borse,soldi

Montepaschi tra le banche più sostenibili al mondo. Il titolo ammesso nell’indice Dow Jones Sustainability Index World. Vigni (Dg BMps): La sostenibilità tra gli obiettivi del nostro piano industriale.

Il Gruppo Montepaschi è stato selezionato tra le 317 aziende più sostenibili al mondo per la capacità dimostrata di sapere realizzare la propria responsabilità sociale anche in fasi economiche critiche, continuando a generare valore per la clientela ed i territori. Lo attesta l’inserimento del titolo Mps nell’Indice DJSI World e la permanenza per il secondo anno consecutivo nell’europeo DJSI STOXX: gli indici finanziari di sostenibilità curati dalle società Dow Jones Indexes e STOXX Ltd e dall’agenzia di rating svizzera SAM Research.
<>.
Non è trascurabile il fatto che gli indici DJSI siano benchmark per la gestione passiva di strumenti di investimento per oltre 8 miliardi di dollari. La revisione degli Indici per il 2009 ha riguardato circa tremila aziende attraverso uno screening integrato delle performance economiche, sociali e ambientali in ottica di lungo periodo.


Tra gli aspetti valutati: la corporate governance, la gestione della reputazione, i rischi, l’impatto ambientale, lo sviluppo delle risorse umane e la gestione della catena dei fornitori.
Il titolo Mps ha superato a pieni voti l’analisi: unico titolo bancario italiano presente in entrambi gli Indici, con un punteggio generale di 76/100 ed un posizionamento ai vertici del settore.
Particolarmente apprezzata inoltre l’ottima qualità del reporting di sostenibilità ed il coinvolgimento degli stakeholder nelle strategie aziendali.

Consultate i nostri blog dedicati a graduatorie docenti e innovazione.


Economia 3, la seconda edizione ai blocchi di partenza

 

In questo blog si affrontano temi come economia, finanza, borse,soldi

Non un’inflazionata analisi dell’attuale crisi globale, né una vetrina fine a se stessa, ma una intensa 3 giorni di incontri, workshop e formazione concentrati sull’economia, e sui temi della conoscenza, della terra e dell’energia.
Come si esce dall’attuale crisi? Che cosa ci riserva il futuro? Come potremo valorizzare gli elementi distintivi del tessuto produttivo toscano che portano in sé una capacità competitiva essenziale per affrontare lo scenario post-crisi? L’energia, un ‘ritorno alla terra’, il patrimonio della conoscenza saranno le risposte giuste per il progresso?
Una lezione cinese ci insegna che l’ideogramma che sta per ‘crisi’ porta entrambi i segni di ‘pericolo’ e di ‘opportunità’; illuminati da questa riflessione il nuovo appuntamento di ECONOMIA³, a Prato sarà un momento importante per rispondere a queste ed altre domande, insieme a protagonisti mondiali del mondo economico, come il Nobel per l’Economia Robert Solow, gli economisti Jean-Paul Fitoussi e Soumitra Dutta, l’astrofisica ‘padrona di casa’ Margherita Hack.


Dal 24 al 27 settembre 2009 torna, infatti, il forum ECONOMIA³, promosso da Regione Toscana, con lo scopo di esplorare le tematiche connesse allo sviluppo economico territoriale, alle opportunità di business, all’innovazione produttiva e alla sostenibilità. Al centro dell’edizione 2009, tre parole chiave: conoscenza, terra ed energia.

Url: www.economia3.it
info@economia3.it

 

 

Consulta i nostri blog dedicati a video news e supplenze